Lezione d’immagine per Andare a Comandare

Sotto l’ombrellone, come ogni estate, si disperdono in aperitivi molto annacquati a ritmo di musica pettegolezzi e polemiche. Io che in vacanza non ci sono andata, e potrebbe essere il motivo per cui mi sono presa del tempo anche per esaminare questo argomento per te, ho deciso di approfondire un po’ un aspetto nascosto della canzone “Andiamo a Comandare – Fabio Rovazzi”.

Ad oggi, mentre scrivo questo articolo, Fabio ha fatto più di 55 milioni di views
solo nel suo canale YouTube

Ma… Ma a me questa canzone piace e quando l’ho sentita per capire “di cosa cazzo stiamo parlando” quando tutti facevano dell’ironia su questa cosa mi si è appiccicata subito in testa. E quindi: il ragazzo evidentemente il suo lavoro lo sa fare. Lui e chi gli sta dietro.

Il punto focale dell’articolo di oggi è l’immagine di chi segue Fabio Rovazzi. Se non ti è chiaro i suoi produttori sono il buon Fedez insieme al suo amico del cuore J-Ax. Fedez è ancora piuttosto giovane, ma J-ax è davvero un caso studio.

Innanzi tutto so che, nel caso tu non abbia mai sentito la canzone fino ad oggi – e dubito, avrai sicuramente cliccato sul link ed avrai fatto ballare tutto l’ufficio (o hai ballato da solo?! Dai, fammi sapere in fondo J). Quindi ora hai visto le persone di cui sto parlando

ROVAZZI

Rovazzi - Andiamo a Comandare
Fedez dal video di Rovazzi - Andiamo a Comandare

FEDEZ

J-AX

 J-Ax dal video di Rovazzi - Andiamo a Comandare

Ora se sei giovincello, magari le ultime hit di J-Ax te le sei perse. Ma gli Articolo 31, quando J-Ax aveva 20 anni, te li ricordi? Quello sulla sinistra è lui, quello sulla destra il compagno dell’epoca, il così detto Dj Jad.

Gruppo Articolo 31

Beh, le cose non sembrano cambiate granché ed ora è entrato anche nell’industria discografica come produttore. Questo perché è un professionista, conosciuto e rispettato. Perché la sua immagine rispecchia ciò che i suoi clienti cercano, da ormai 20 anni.

J-Ax è un comandante assoluto nella sua categoria

Eppure per molti non fa altro che spippolare dietro un mixer. “Al sarà mia ù laurà chel l’è” [non sarà mica un lavoro quello lì]. Ne ho sentiti tantissimi fare questo tipo di considerazione. Ma ahimè o per fortuna loro ogni lavoro ha la sua peculiarità; e sono sicura che se pensate al buon J-Ax la prima cosa che vi viene in mente è quel tipo di musica, che vi piaccia o meno.

E la sua immagine da vent’anni ne è la dimostrazione, come un marchio

Ora, io non so da quanto tempo lavori tu che stai leggendo, ma se sei un finto giovane come me bello mio ti conviene aprire l’armadio e cercare di capire da qui ai prossimi vent’anni dove vorrai andare.

Che tu stia da un lato o dall’altro della cattedra non importa.
Dovranno sempre riconoscerti!

Se invece sei giovane e basta come J-Ax che dai suoi vent’anni non si muoverà mai, ma sono anche vent’anni che fa il suo lavoro, ti chiedo:

Oggi sei riconosciuto per la categoria che tu da solo ti assegni?

J-Ax è solo uno dei tantissimi esempi che possiamo fare guardando fuori dall’orticello e sono sicura che di esempi ne possa trovare anche tu, che magari trovi più vicini al tuo caso, parlando di immagine.

Sei pronto per scattare nel tuo prossimo outfit?
Ti aspetto!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *