Ecco perché non ti hanno rivelato che puoi occuparti della tua immagine anche attraverso strumenti già in tuo possesso

Stai seguendo qualche corso online per diventare fotografo e la prima cosa che ti fanno fare è acquistare una reflex?
Pensi che per fare fotografia sia necessario avere doti particolari e una marea di accessori costosi?

Sei un imprenditore che lavora 24h/7 e si occupa in toto della sua società. Lo so, altrimenti non saresti finito su questa pagina. Probabilmente avrai anche un blog e dei social sui quali scrivi, altrimenti non staresti cercando informazioni in merito alla fotografia. E con la sola “putenza della mende” posso anche prevedere che ti hanno appioppato un piccolo corso. I loro consigli inizieranno sicuramente con un bell’acquisto su Amazon. Una di quelle Reflex che, per la polvere che prenderà, ti viene l’ansia solo a guardare il prezzo.

Ora, partiamo da un presupposto: se devi acquistare qualcosa e poi lasciarlo sul comodino, tanto vale non comprarlo.

Il motivo è presto detto, mio caro imprenditore: oggi abbiamo tutti a disposizione uno strumento che, spesso e volentieri, è molto più versatile di tante reflex. Puoi utilizzare il tuo smartphone per fotografare! Può sembrarti banale, ma se è corretto sapere qualcosa di fotografia, non devi per questo diventare un fotografo di casa Magnum. “E checcazz è Magnum Ornella?” È uno dei più noti studi fotografici al mondo, ma credo che gestire la tua azienda per ora ti sia sufficiente.

Per questo motivo non hai bisogno di altro, oltre al tuo smartphone per fotografare

Ovviamente se fra le tue mani hai ancora un BlackBerry (o simili) probabilmente sì, ti consiglio un upgrade. Fai una bella riflessione su quanto la tua vita lavorativa ne guadagnerebbe grazie ad uno smartphone di ultima generazione.

  • Primo la gestione dei social e delle notifiche che i papabili clienti ti mandano saranno notevolmente semplificate.
  • Secondo avrai una velocità e prontezza impareggiabili nel creare media.

ATTENZIONE:
se da un lato lo smartphone per fotografare velocizza il tuo lavoro,
dall’altro non significa che sarai un fotografo!

Tengo a fare questa puntualizzazione almeno tanto quanto tengo a dissuadere molti dal comprarsi una reflex. Se non ti serve è inutile che ti vai a prendere un oggetto costoso da tenere nascosto in ufficio – altrimenti tua moglie s’incazza! Se vuoi un servizio ben fatto, che ti serva per social e stampa, contattami senza timore al 392 96 34 706. Porterò io l’attrezzatura, sarai fighissimo in poche ore e non avrai oggetti che ti restano inutilizzati nell’armadio.

Ma se impari a educare il tuo sguardo, con uno smartphone avrai a portata di mano una risorsa che nemmeno ti immagini!

Ornella ma cosa vuol dire educare lo sguardo?“. Te la faccio molto breve: educare lo sguardo significa imparare ad utilizzare i mezzi che si hanno a disposizione per ottenere i migliori risultati possibili. Significa imparare ad osservare ciò che ci circonda, ponderando gli scatti. Significa mettere online solo ciò che vale veramente la pena d’essere condiviso, non ogni foto che ho salvato nel mio smartphone sperando di ottenere un milione di like.

Ci sono alcune piccole regole da seguire, molto semplici, che potrebbero cambiare drasticamente la tua fotografia:

  1. Regola dei 3:2. Impara a non riempiere solo il centro della foto. Ci sono l’occhio si posa prima ai lati ed inoltre, in occidente, è abituato a leggere dall’alto a sinistra. Se vuoi quindi comporre un’immagine otterrai molta più attenzione mettendo il tuo primo soggetto in alto a sinistra e poi proseguendo la composizione con una diagonale che taglia la foto verso il basso a destra.
  2. Pulisci le lenti. Il tuo cellulare è perennemente fra le tue mani o attaccato al tuo orecchio. Ora, se tanto mi da tanto, almeno un po’ di batteri sulle lenti della fotocamera anteriore e posteriore ci finiscono. Non è colpa tua! Giuro che puoi essere l’uomo più pulito al mondo ma è naturale che la lente risulti sporca. Se chiedi invece ad un qualsiasi fotografo ti dirà che le sue lenti devono essere trattate come il sacro Grahal, soprattutto prima degli scatti. Se non l’hai mai fatto, ora che hai scoperto questo piccolo trucco non puoi esimerti dal pulire la lente ogni qualvolta devi scattare una foto.
  3. Sfrutta la luce a tuo vantaggio. Soprattutto con gli smartphone di nuova generazione, è ormai molto semplice riuscire a cogliere la luce anche nelle situazioni più buie. Evita di utilizzare il flash! A meno che tu sia un minatore di diamanti russo, penso che chiunque ne possa davvero fare a meno. La versione smartphone del flash, letteralmente, non si può vedere.
  4. Non usare lo zoom. Forse non lo sai, ma una sostanziale differenza che ancora separa gli smartphone dalle reflex è proprio lo zoom. Il tuo cellulare ha infatti uno zoom che è solo digitale. Significa che lo zoom ricostruiisce digitalmente ciò che gli chiedi di avvicinare. E’ una differenza enorme rispetto alle lenti che sono all’interno degli obiettivi, poiché questi lavorano con delle lenti reali. Beh, dopo questo spiegone tecnico, la sostanza è questa: non ti serve avvicinare una foto, sarà come ritagliarla da una scattata senza zoom. Sfrutta la fotografia senza zoom quindi o piuttosto avvicinati al soggetto.
  5. Utilizza la migliore qualità nelle tue impostazioni. Non sempre le impostazioni di fabbrica sono le impostazioni ottimali o migliori. Questo è un suggerimento che ti consiglio di seguire soprattutto se hai in mano uno smartphone di ultima generazione Android. Spesso non viene impostata la migliore qualità per i tuoi scatti e devi “smanettare” un attimo nelle impostazioni. Non ti preoccupare, non è niente di complesso, anzi! La qualità si trova facilmente all’interno delle impostazioni della fotocamera.

Questi sono i primi consigli che voglio darti. Vorrei regalartene molti altri, perché mentre scrivo la mente sta già elaborando i prossimi concetti da servirti su un piatto d’argento. Sto preparando i segreti da rivelarti per farti risparmiare centinaia di euro. Avrai un vantaggio sui tuoi concorrenti che non sanno mai come recuperare foto decenti. Le foto saranno tue e nessuno potrà rubartele. E anche dovessero farlo, sarà molto semplice poter recuperare il contenuto online!

Se tuttavia queste informazioni ti spaventano e non ti ritieni all’altezza, niente panico. Contattami pure all’indirizzo info@fotobusiness.it. Insieme comprenderemo come risolvere i tuoi problemi fotografici, in una sola giornata di scatti ed essere affascinante come Don Draper di Mad Man. Se la mail non fa per te: un whatsapp al 392 96 34 706 e risponderò più veloce di un flash!

Mostra la tua passione al lavoro!
Ornella Pesenti

PS: “Si ma Ornella ho trovato tuoi articoli online dove dai consigli sulle reflex ” Assolutamente sì! Le reflex restano comunque il miglior strumento per fotografare. Tuttavia spesso e volentieri migliore non significa necessario.

Per esempio a mio avviso la Pagani Huayra è la migliore auto in circolazione. Ma se la dovessi acquistare la potrei usare, forse, il weekend. Dico forse perché comunque lavoro e no, non sono sicura che lì tutta la mia attrezzatura entri! Invece la mia straordinaria Opel Corsa è adatta per le strade che faccio, per il suo bagagliaio e per il mio portafoglio. Le funzioni sono le medesime e mi offre un risultato che, in questo momento, è adeguato a ciò che debbo fare.

Preferisci avere una bellissima, costosissima auto da tenere in garage o una buona auto che hai già a disposizione a cui devi solo prendere la mano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.