Contenuti o Strumentazione? La guida per scegliere

Ciao, so che se stai scrollando la timeline del tuo Facebook probabilmente sarà invasa dai video. Questo è il motivo per il quale da qualche tempo anche tu sei sul chi va là per crearne di tuoi. Tuttavia, ti chiedi quanto possa costare farne di buona qualità. A questo punto ti faccio (l’ennesima) domanda del secolo:

Quando un video ti incolla allo schermo, lo fa per il valore che ti trasmette o per la qualità che ha?

Se pensi che un video brutto ma pieno di valore non sia alla tua altezza, puoi saltare il post e andare subito al form in cui mi contatti. Potremo lavorare insieme sui video per il tuo brand. Se invece vuoi leggere anche un paio di consigli, resta con me qualche riga.

Ciò che voglio condividere con te è qualche informazione che ho imparato anche io nel tempo. La prima è la più importante e te la devi stampare in testa subito:

Fatto è meglio che perfetto,

per cui non indugiare nel presentare al mondo quel che fai! Iniziare è il primo passo. Mentre la strumentazione è, manco a dirlo come per la fotografia, il male minore. Ti sto dicendo questo perché, nonostante il video abbia raggiunto i 4K di registrazione, ancora pochissimi utenti hanno uno schermo con tale risoluzione. Sì, è inutile che fai quella faccia, te lo assicurano anche questi dati:

Percentuale globale attestata intorno al 7%

Quindi a questo punto, anche se ti può sembrare strano, prendi in mano il tuo smartphone e registra. Qualunque esso sia, inizia. La parte più importante di ogni video è la storia e il valore che apporti ai tuoi spettatori. Quindi inizia a preoccuparti di scrivere i contenuti.

Ogni elemento sarà di supporto alla storia

Già, hai letto bene. Qualsiasi elemento che possa abbellire in qualche modo la tua storia, sarà solo un supporto al tuo video. Ma il nucleo deve essere ciò che racconti. Se blateri inutili parole al vento che non hanno né capo né coda… Mi preoccuperei più di dar loro un senso rispetto a comprare sfondi strani o luci stroboscopiche!

Ricapitoliamo un attimo ciò che di difficile posso aver detto in questo articolo in pochi punti:

  • Se sei davvero bravo in qualcosa, tira fuori il meglio in una piccola storia. Incolla le persone in un lungo o breve video, ma cattura l’attenzione di chi sta dall’altra parte dello schermo con il contenuto.
  • Inizia a riprendere con la fotocamera che hai a disposizione. So che sembra una follia ma in questo articolo ho messo un video che mi hanno fatto due clienti dopo uno shooting. Con un cellulare, inoltrato via whatsapp. Insomma, la morte della qualità.
    Ma sai perché? Innanzi tutto perché sono due pazzi e mi hanno minacciata. In secondo luogo perché è più importante ciò che dico della qualità con cui lo riprendo (e del mio outfit su cui stenderemo un piumone pietoso). Non è la perfezione che trasmette la capacità di ciò che sai fare… Bensì la conoscenza!
    Ricordati, guardando i dati postati poco più sopra, che la maggior parte delle persone non vedrà il tuo video con uno schermo 4K. Se lo farà, eventualmente potrà essere da uno smartphone.
  • Non ti devo dire, immagino, di utilizzare della luce. Ma se ne hai poca trova lo spazio più luminoso a tuo disposizione. Ovviamente Amazon è sempre a tua disposizione, ma spesso per delle luci fisse bastano luoghi dove vendono materiale per il fai-da-te. E ti assicuro, non ti sto prendendo in giro!

Che ne pensi? Aspetto un tuo feedback

Mostra la tua passione al lavoro
Ornella Pesenti

PS: Se il tuo tempo è denaro e non vuoi perderlo inutilmente dietro a obiettivi, reflex o mirrorless, contattami.

Insieme potremo comprendere e risolvere quali sono i tuoi problemi legati all’immagine. Pianificheremo in anticipo le tue esigenze di scatto e resterò a tua disposizione per eventuali esigenze successive.

Contattami al 392 9634706 o scrivimi una mail a info@fotobusiness.com
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *